La Gestione dei Rischi; un punto fermo della politica del VanDrie Group

Il VanDrie Group conclude affari a livello internazionale. Questo comporta dei rischi. Analizziamo regolarmente i rischi che possono presentarsi nella nostra filiera. La Gestione dei Rischi, infatti, rientra a pieno nella nostra politica. Essa definisce la nostra capacità di prevenire i rischi, di gestire i processi e di cogliere le occasioni, salvaguardando, in ultima analisi, la continuità della nostra organizzazione.


La diffusione delle malattie zootecniche, per esempio, rappresenta un grosso rischio operativo. Patologie animali gravi, come l'afta epizootica, la BSE o la peste suina africana, hanno un effetto destabilizzante sul settore zootecnico. Per questo facciamo tutto il possibile per monitorare e ridurre questi rischi. 

Nel settore dei vitelli è stato introdotto un sistema di qualità per tracciare, durante tutto il trasporto, i vitelli che vengono importati: il Sistema di Garanzia di Tracciabilità Vitelli da Carne SKV (GTSKV). La tracciabilità in tutti gli stadi del trasporto è di fondamentale importanza anche in caso di manifestazione di una malattia animale contagiosa. Il GTSKV tiene costantemente monitorati tutti gli sviluppi nei paesi membri dell'UE. In caso di rischi in una determinata regione, vengono adottate misure di canalizzazione o, in casi estremi, viene emanato un divieto di importazione. 

Inoltre, con la comparsa della peste suina africana in Belgio, il VanDrie Group ha adottato misure severe. I collaboratori degli stabilimenti di macellazione sono stati adeguatamente istruiti e non possono portare alimenti dai paesi contaminati, come la Romania e la Bulgaria, dove il virus è attivo già da tempo. Inoltre, tutti i mezzi di trasporto, sia per gli animali sia per il mangime, vengono puliti e disinfettati con cura ancora maggiore. 



  • This site uses cookies
  • Hide this notification